Il Libro / La CHIESA MEDIALE. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale

copertina articolo blog

Perché parlare di una Chiesa mediale? La risposta sembrerebbe quasi scontata, anche se – nonostante gli appelli di papa Francesco – ancora in troppi «esigono» una Chiesa «al suo posto», tra altari e sagrestie. E invece in una società impastata di comunicazione la Chiesa, missionaria per natura, non può stare a guardare!

Continua a leggere

God morning, occasione digitale per ricevere il buongiorno da Dio

16473149_793249060822372_5301192797023822560_n

God morning – un buongiorno da Dio! sarà una preziosa occasione per ricordarsi della Buona Notizia durante le nostre giornate spesso ripiene di parole e news negative e non vere. Scaricando l’app Telegram e iscrivendosi al canale God morning, per tutti i giorni di Quaresima, sarà possibile ricevere una breve ma intensa nota audio (circa 90 secondi) sul Vangelo del giorno. È un’attività di comunicazione pastorale, probabilmente unica a livello nazionale, fatta dai giovani e rivolta a tutti coloro che desiderano fare della tecnologia e dei media digitali un’opportunità per la crescita umana e spirituale. Continua a leggere

Le considerazioni di Federico Lombardi sulla comunicazione istituzionale nello scenario digitale

IMG_1213

Lo scorso 14 Marzo, in occasione di una visita alla Sala Stampa Vaticana, Padre Federico Lombardi (ex portavoce della Sala Stampa) agli studenti del corso di comunicazione pastorale (PUL), fece tre considerazioni riguardo la comunicazione istituzionale della Chiesa nello scenario digitale

Le sue indicazioni diventano utili anche per gli uffici diocesani per le comunicazioni, anche perchè la comunicazione istituzionale rientra tra le sue competenze. Di seguito riporto una riformulazione del suo intervento.

Continua a leggere

FACEBOOK aggiorna il suo algoritmo: una sfida per i contenuti delle PAGINE istituzionali

13

Per gestire la pagina Facebook della propria Diocesi e praticare, quindi, efficaci azioni pastorali bisogna conoscere le logiche e i linguaggi digitali per evitare che la comunicazione diventi irrilevante. Facebook, tra i social network, è quello che continuamente modifica e aggiorna il suo algoritmo; pertanto, per praticare un’adeguata comunicazione (sociale, pastorale, istituzionale) non bisogna ignorare le novità e i funzionamenti dei social media. In questi ultimi giorni Facebook ha introdotto un nuovo aggiornamento al suo algoritmo che regola i contenuti (post, foto, video) che vediamo quando accediamo al nostro social network.

Continua a leggere

Come PROGETTARE l’azione pastorale nei SOCIAL NETWORK

 

Senza titolo 2

La comunicazione digitale, come ogni azione pastorale, va progettata e non improvvisata ed è opportuno che sia l’Ufficio diocesano per le comunicazioni a definirne gli orientamenti e, soprattutto, a coordinarla per far si che nella Chiesa ci sia una comune missione comunicativa. Bisogna cominciare a conviversi che nella Chiesa la comunicazione, in particolare quella digitale, esige una strategia.

Continua a leggere