La Civiltà Cattolica è arrivata al suo 4000 numero. 10 consigli di Papa Francesco ai comunicatori di oggi.

16602891_10154896371097508_2818851477070999597_n

La Rivista La Civiltà Cattolica ha stampato il suo 4000° numero. Papa Francesco in occasione di questo importante traguardo ha rivolto agli scrittori e collaboratori della Rivista intense parole di incoraggiamento a continuare il servizio comunicativo all’intero mondo che da 167 anni, con questo stampato, vede protagonista la grande Comunità dei PP. Gesuiti!

Il discorso del Pontefice è pieno di indicazioni e consigli su come, oggi, bisogna comunicare il Vangelo, la fede, la Chiesa all’uomo contemporaneo. Un’umanità – evidenzia il Papa – continuamente connessa, quindi facilmente raggiungibile ovunque e quasi sempre.
Continua a leggere

Papa Francesco e M. Zuckerberg: con FACEBOOK l’umanità è diventata protagonista della Rete.

DSC6288-755x491

Forse alcuni non lo sanno ma lo scorso 29 agosto Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata Mark Zuckerberg, fondatore e amministratore delegato di Facebook. Un incontro che può sembrare scontato, formale o per alcuni esagerato ma che invece credo sia da ritenere lungimirante, anche perché è ancora assente una presenza istituzionale del Papa (come c’è su Twitter e Instagram) su Facebook.

Continua a leggere

1/ Umanità, COMUNICAZIONE e TECNOLOGIA: il pensiero della Chiesa.

img_1803235719625385

Oggi anche le nostre vite sono diventate un po’ tecnologiche, i #socialnetwork ne sono un esempio. Conoscere il seguente pensiero della Chiesa può diventare un’occasione preziosa per ritrovare e mantenere in equilibro l’umanità e la tecnologia e, sopratutto, per progettare efficienti ed efficaci azioni di “pastorale digitale”.

Continua a leggere

Con Twitter e Instagram anche i PAPI sono diventati social

papi e social jpg

⇒ concetti chiave: LA NECESSITA’ DELLE RETI SOCIALI; LA QUESTIONE E’ UMANA; C’è UNA PRESENZA REALE; CON I SOCIAL CI SI FA’ PROSSIMI

La Chiesa non può non abbracciare la cultura e la comunicazione digitale anche perché, parlare del Regno di Dio all’uomo contemporaneo, significa entrare nello scenario digitale perché ad “abitarlo” sono proprio gli uomini.[1] E negli scenari digitali a essere protagonisti assoluti sono i social network, “luoghi” privilegiati per sperimentare,

Continua a leggere

5 errori che ROVINANO la COMUNICAZIONE della Chiesa

comunicazione-tra-aziende-e-clienti-sui-social-media

… e che, soprattutto, bloccano la potenzialità della Parola: «il Vangelo parla di un seme che, una volta seminato, cresce da sé anche quando l’agricoltore dorme (Mc 4,26-29). La Chiesa deve accettare questa libertà inafferrabile della Parola, che è efficace a suo modo, e in forme molto diverse, tali da sfuggire spesso le nostre previsioni e rompere i nostri schemi» Papa Francesco, Evangelii gaudium 22.

Continua a leggere

Comunicare con MISERICORDIA per dare concretezza alle PAROLE

Piazza San Pietro, Papa Francesco incontra un gruppo di bambini

Papa Francesco, con il Messaggio per la 50° Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, ci ricorda che ciò che dà “forma” alla comunicazione della Chiesa è la misericordia di Dio. In una società sempre più digitale, dove il più delle volte le parole comunicate si riducono a slogan pubblicitari e a pensieri disincarnati, occorre ritrovare la forma della “fisicità” e della “corporeità” della comunicazione. Ecco, allora, il perché della misericordia: essa diventa la “forma” che ridà corporalità e fisicità alle parole. Per Francesco, comunicare con misericordia significherà:

Continua a leggere