1/ Umanità, COMUNICAZIONE e TECNOLOGIA: il pensiero della Chiesa.

img_1803235719625385

Oggi anche le nostre vite sono diventate un po’ tecnologiche, i #socialnetwork ne sono un esempio. Conoscere il seguente pensiero della Chiesa può diventare un’occasione preziosa per ritrovare e mantenere in equilibro l’umanità e la tecnologia e, sopratutto, per progettare efficienti ed efficaci azioni di “pastorale digitale”.

Continua a leggere

Con Twitter e Instagram anche i PAPI sono diventati social

papi e social jpg

⇒ concetti chiave: LA NECESSITA’ DELLE RETI SOCIALI; LA QUESTIONE E’ UMANA; C’è UNA PRESENZA REALE; CON I SOCIAL CI SI FA’ PROSSIMI

La Chiesa non può non abbracciare la cultura e la comunicazione digitale anche perché, parlare del Regno di Dio all’uomo contemporaneo, significa entrare nello scenario digitale perché ad “abitarlo” sono proprio gli uomini.[1] E negli scenari digitali a essere protagonisti assoluti sono i social network, “luoghi” privilegiati per sperimentare,

Continua a leggere

Comunicare con MISERICORDIA per dare concretezza alle PAROLE

Piazza San Pietro, Papa Francesco incontra un gruppo di bambini

Papa Francesco, con il Messaggio per la 50° Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, ci ricorda che ciò che dà “forma” alla comunicazione della Chiesa è la misericordia di Dio. In una società sempre più digitale, dove il più delle volte le parole comunicate si riducono a slogan pubblicitari e a pensieri disincarnati, occorre ritrovare la forma della “fisicità” e della “corporeità” della comunicazione. Ecco, allora, il perché della misericordia: essa diventa la “forma” che ridà corporalità e fisicità alle parole. Per Francesco, comunicare con misericordia significherà:

Continua a leggere