DAL LIKE ALL’AMEN. I SOCIAL NON SIANO RAGNATELE MA RETI

53 giornata

Dal LIKE all’AMEN. Il Messaggio per la 53° Giornata Mondiale delle Comunicazioni – reso pubblico oggi, festa di S. Francesco di Sales – è una scossa che ci invita a gettare via la “logica del like” e ad accogliere la “logica della verità” perché a fondare la relazione non è il compiacimento emotivo o ideale ma la verità della persona.

Continua a leggere

Annunci

“C’è uno stile “sacerdotale” quando ci si connette in Rete? Sì.

shutterstock_316856141-e1457631228350[Articolo di Iacopo Scaramuzzi per l’agenzia stampa Askanews]

«Il “don” all’epoca dei social network ha un’agorà potenziale molto più ampia per diffondere “la buona novella”, ma rischia di fare scivolate molte mondane, incorrere in incidenti diplomatico-ecclesiali, o addirittura, poco cristianamente, scandalizzare e ferire». «Don Alessandro Palermo, giovane sacerdote siciliano della diocesi di Mazara del Vallo, parroco della Chiesa di San Matteo a Marsala, e grande esperto di comunicazione al tempo del web, parte da una domanda: “C’è uno stile “sacerdotale” quando ci si connette in Rete?»  Continua a leggere

Il seminario / Servono GIORNALISTI mediali

Seminario Formazione Giornalisti.001

Lo scorso 19 Maggio a Noto si è svolto un seminario di formazione per i giornalisti dal tema “La Chiesa mediale: i giornalisti di fronte ai nuovi linguaggi digitali”. Il seminario è stato organizzato dall’Ucsi Siracusa e dall’Ufficio diocesano per le comunicazioni della Diocesi di Noto e promosso dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, con la collaborazione dell’Assostampa di Siracusa, dall’Ucsi di Sicilia e dal settimanale della diocesi di Noto “La Vita diocesana”. Continua a leggere

1/ Umanità, COMUNICAZIONE e TECNOLOGIA: il pensiero della Chiesa.

img_1803235719625385

Oggi anche le nostre vite sono diventate un po’ tecnologiche, i #socialnetwork ne sono un esempio. Conoscere il seguente pensiero della Chiesa può diventare un’occasione preziosa per ritrovare e mantenere in equilibro l’umanità e la tecnologia e, sopratutto, per progettare efficienti ed efficaci azioni di “pastorale digitale”.

Continua a leggere

Con Twitter e Instagram anche i PAPI sono diventati social

papi e social jpg

⇒ concetti chiave: LA NECESSITA’ DELLE RETI SOCIALI; LA QUESTIONE E’ UMANA; C’è UNA PRESENZA REALE; CON I SOCIAL CI SI FA’ PROSSIMI

La Chiesa non può non abbracciare la cultura e la comunicazione digitale anche perché, parlare del Regno di Dio all’uomo contemporaneo, significa entrare nello scenario digitale perché ad “abitarlo” sono proprio gli uomini.[1] E negli scenari digitali a essere protagonisti assoluti sono i social network, “luoghi” privilegiati per sperimentare,

Continua a leggere

Comunicare con MISERICORDIA per dare concretezza alle PAROLE

Piazza San Pietro, Papa Francesco incontra un gruppo di bambini

Papa Francesco, con il Messaggio per la 50° Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, ci ricorda che ciò che dà “forma” alla comunicazione della Chiesa è la misericordia di Dio. In una società sempre più digitale, dove il più delle volte le parole comunicate si riducono a slogan pubblicitari e a pensieri disincarnati, occorre ritrovare la forma della “fisicità” e della “corporeità” della comunicazione. Ecco, allora, il perché della misericordia: essa diventa la “forma” che ridà corporalità e fisicità alle parole. Per Francesco, comunicare con misericordia significherà:

Continua a leggere