Presentazione ufficiale della #ChiesaMediale / la pastorale diventi mediale

1.001

Presentato ufficialmente a Marsala il libro “La Chiesa mediale. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale“.

A presentare il volume è stato Don Ivan Maffeis, Portavoce e Direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni della Conferenza Episcopale Italiana nonché Consultore della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Viene pubblicata la relazione sulla presentazione del testo. 

Continua a leggere

Il seminario / Servono GIORNALISTI mediali

Seminario Formazione Giornalisti.001

Lo scorso 19 Maggio a Noto si è svolto un seminario di formazione per i giornalisti dal tema “La Chiesa mediale: i giornalisti di fronte ai nuovi linguaggi digitali”. Il seminario è stato organizzato dall’Ucsi Siracusa e dall’Ufficio diocesano per le comunicazioni della Diocesi di Noto e promosso dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, con la collaborazione dell’Assostampa di Siracusa, dall’Ucsi di Sicilia e dal settimanale della diocesi di Noto “La Vita diocesana”. Continua a leggere

L’intervista / “La Chiesa si apra ai social media”

0000-051078b0605-740x493

Su “A Conti Fatti”, un programma realizzato dalla redazione “EconomiaCristiana.it in onda su Radio Vaticana, si parla di Chiesa e Social media. Intervengono Mons. E. Dario Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, Michelangelo Suigo, presidente associazione “La Scossa” e don Alessandro Palermo, autore di questo blog e del libro “La Chiesa Mediale. Intervistato dal giornalista Giuliano Giulianini affronto la delicata e necessaria questione su “pastorale” e “digitale”, “Chiesa” e “comunicazione mediale”. L’intervista, pubblicata sul portale “EconomiaCristiana.it“, è andata in onda Domenica 7 e Lunedì 8 Maggio. 

Continua a leggere

GMG 2017: le “stories” di oggi siano la buona storia del vostro domani

GMG 17

Il Messaggio per la prossima XXXII Giornata Mondiale della Gioventù è pieno di “immagini” provenienti dalla cultura digitale. Dinamiche social e abitudini mediali per Papa Francesco diventano preziose occasioni per comunicare, ai giovani di oggi, il messaggio della GMG 2017, che celebreremo il prossimo 9 Aprile (Domenica delle Palme), dal titolo: Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente. Francesco sa benissimo che parlare di comunicazione e riflettere sui media vuol dire parlare dell’uomo, dei suoi desideri, dei sui bisogni, delle sue intenzioni. (cfr. 51° GMCS 2017) Continua a leggere

L’intervista / Come può una Diocesi rendere chiara ed efficace la sua presenza nel digitale

Parola di Vita n. 8 (330) del 9 marzo 2017

Sul n° 8 (9 Marzo 2017) del settimanale di informazione dell’Arcidiocesi Cosenza-Bisignano si parla del libro “Chiesa Mediale”, di Pastorale digitale e della ricerca “Diocesi italiane e social network”Ecco l’intervista della giornalista Angela Altomare che troverete alle pagine 12 e 13 del giornale.

Continua a leggere

Il Libro / La CHIESA MEDIALE. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale

copertina articolo blog

Perché parlare di una Chiesa mediale? La risposta sembrerebbe quasi scontata, anche se – nonostante gli appelli di papa Francesco – ancora in troppi «esigono» una Chiesa «al suo posto», tra altari e sagrestie. E invece in una società impastata di comunicazione la Chiesa, missionaria per natura, non può stare a guardare!

Continua a leggere

Le Diocesi italiane e i Social network. Una prima mappa

01

Le logiche social e mediali sono diventate ormai un dato di fatto che non si può banalizzare o disconoscere. Tuttavia, nonostante molte resistenze, è fondamentale per la Chiesa fronteggiare la sfida comunicativa dei media digitali. Che senso ha continuare a mantenere Uffici diocesani per le comunicazioni privi delle logiche digitali e, soprattutto, assenti nei social network? Con il libro La Chiesa mediale. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale si vuole, appunto, rispondere anche a questa domanda. Senza un’identità digitale le Diocesi rischiano di rimanere fuori dal contesto sociale. Occorre renderle presenti nello scenario dei social network con una fanpage a carattere istituzionale.

Continua a leggere