Presentazione ufficiale della #ChiesaMediale / la pastorale diventi mediale

1.001

Presentato ufficialmente a Marsala il libro “La Chiesa mediale. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale“.

A presentare il volume è stato Don Ivan Maffeis, Portavoce e Direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni della Conferenza Episcopale Italiana nonché Consultore della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Viene pubblicata la relazione sulla presentazione del testo. 

La prima cosa da fare, per comprendere il perchè anche le dinamiche pastorali sono chiamate a diventare mediali, è cominciare a rendersi conto che la prospettiva magisteriale della Chiesa riguardo i media è questa

Presentazione libro Marsala.002

Queste parole le troviamo dentro la Lettera enciclica di Benedetto XVI: Caritas in veritate n° 73. E’ il pensiero della Chiesa in merito ai media e alla società, un pensiero però che ancora oggi molti non vogliono accettare e condividere.

Non farlo non ci permetterà mai di capire perchè, allora, occorre usare i social media

In questa immagine vediamo messi a confronto due momenti: la proclamazione di un nuovo Papa. Quella di Benedetto XVI (anno 205) e quella di Francesco (2013). Stessa situazione, stesso luogo, stessa umanità. 

Presentazione libro Marsala.004

Uguale umanità ma con una differenza. La folla del 2013 ha voluto vivere l’esperienza storica non soltanto con i propri occhi ma anche attraverso il proprio media fotografando e riprendendo l’evento. L’esperienza di quella gente (2013) è stata un’esperienza virtuale, finta? No.

La loro è un’esperienza mediale, pienamente reale e contemporaneamente fisica e digitale.

Il momento viene fotografato e ripreso per conservarlo o per condividerlo con i propri media. L’esperienza mediale ci ricorda che siamo ormai esseri mediali, esseri che sentono il bisogno di fare questo. In quanti avremmo imitato questo gesto? Tutti. Quindi non c’è una diversità di umanità, la folla del 2005 non è più umana rispetto a quella del 2013. C’è, invece, un nuovo bisogno che la folla del 2005 ancora forse non sentiva probabilmente perchè i social non erano ancora diventati parte del nostro quotidiano.

Cosa sono quindi questi media…

Presentazione libro Marsala.005

I media, quindi, esistono perché esiste l’uomo e perché esiste il suo bisogno di comunicare.

La foto mostra alcuni migranti appena approdati sulle coste della Sicilia. Cercano la Rete per comunicare ai propri cari che sono vivi.

Presentazione libro Marsala.006

A noi come Chiesa e come società, interessa comprendere questo legame uomo- media, comprenderlo come continuum naturale. Accettare che siamo mediali. Non comprendendo questo, si rischia di inciampare in tutti quei problemi che chiamiamo cyber bullismo, fake news, dipendenza, etc… e, soprattutto, non riuscire a trovare concrete soluzioni per superarli. Progetti di educazione esistono solo se si comprende il legame uomo-media. Molti però (Scuole, luoghi formativi, parrocchie, etc.) preferiscono la strada facile, la porta larga: staccare la spina, togliere la corrente ai cellulari, non affrontare quindi il problema. 

Cosa fare, dunque, per comprendere questo legame uomo- media?

Presentazione libro Marsala.001

C’è bisogno di un nuovo umanesimo, diventare una volte per tutte protagonisti di questa storia e di questo scenario che ci appartiene.

È l’uomo che accende il media, è l’uomo che lo riempie di contenuti, è l’uomo che lo adopera come riflesso e progetto per qualsiasi istanza e bisogno. I media, pertanto, dobbiamo comprenderli come riflesso di ciò che siamo e di ciò che diciamo. Quindi quando parliamo di media, anzi di social media, stiamo parlando di noi stessi. Parlando di Chiesa mediale vorrei che diventasse chiara l’idea che parlare di media significa parlare di umanità.

Ecco allora perchè credo che…

Presentazione libro Marsala.008

…e oggi questi scenari sono i social network!

Presentazione libro Marsala.009

Da questa foto traspare spontaneità e gioia. Due cose che dicono che c’è umanità.

Qui vediamo l’umanità e il suo bisogno di esprimere la sua condizione mediale la sua intenzione di comunicare, condividere, etc.

Un’esperienza falsa? Virtuale? Finta? Poco educata? No.

Presentazione libro Marsala.010

La Chiesa siamo noi, e tutti noi siamo chiamati a realizzare una “pastorale mediale” perché proprio come l’umanità anche la Chiesa è mediale. Dunque, parlare di Chiesa mediale non vuol dire inventare una nuova pastorale o aprire un nuovo capitolo di ecclesiologia ma vuol dire rendersi conto che il mondo oggi è tutto questo: è mediale. Noi non siamo del mondo ma stiamo del mondo, se no a che servirebbe la Chiesa?

Ecco i 4 asset sui cui si poggia l’intero libro, le 4 condizioni che ci permettono di cogliere le opportunità di una Chiesa mediale per far si che questa Chiesa sia nel mondo e per il mondo e non solo per quei pochi che frequentano le sagrestie:

Presentazione libro Marsala.011

La sfida è culturale: i media sono ovunque, noi stessi siamo media. Per la Chiesa la sfida consiste nel cominciare a essere meno comunità virtuale e sempre più social network, meno nicchia e sempre più minoranza creativa, meno strumento di trasmissione e sempre più luogo di incontro (Pompili, 2010). 

Fidatevi della Chiesa: i media rappresentano oggi luoghi privilegiati dov’è ben percepibile l’ansia di “prossimità” e di “autenticità” che contraddistingue l’uomo contemporaneo (Direttorio, n 5).

Le diocesi, le parrocchie, noi tutti non dobbiamo limitarci soltanto ad uno uso intelligente dei social media, ma siamo chiamati a rifondarli, facendo sì che essi diventino esperienze di relazione vera, innestando al loro interno un nuovo senso di gratuità, di intimità e di fedeltà (Testimoni digitali, Cei). Dipende tutto solo da noi!

Don Alessandro Palermo (amandil5)

 

Annunci

2 pensieri su “Presentazione ufficiale della #ChiesaMediale / la pastorale diventi mediale

  1. Pingback: Il Libro / La CHIESA MEDIALE. Sfide, strutture, prassi per la comunicazione digitale | Elementi di "Pastorale digitale"

  2. Pingback: “C’è uno stile “sacerdotale” quando ci si connette in Rete? Sì. | Elementi di "Pastorale digitale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...