Papa Francesco e M. Zuckerberg: con FACEBOOK l’umanità è diventata protagonista della Rete.

DSC6288-755x491

Forse alcuni non lo sanno ma lo scorso 29 agosto Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata Mark Zuckerberg, fondatore e amministratore delegato di Facebook. Un incontro che può sembrare scontato, formale o per alcuni esagerato ma che invece credo sia da ritenere lungimirante, anche perché è ancora assente una presenza istituzionale del Papa (come c’è su Twitter e Instagram) su Facebook.

Per Francesco, però, tale incontro non è una novità; le stanze del Palazzo Apostolico hanno, infatti, già ricevuto Tim Cook, amministratore delegato di Apple, e Kevin Systrom, co-fondatore e amministratore delegato di Instagram. Questi incontri, se pur brevi, esprimono che la Chiesa nei confronti della comunicazione e della tecnologia ha sempre mostrato fiducia e interesse.

papi nella rete

Non dimentichiamo che il primo libro ad essere stampato, con la nuova arte tipografica dei caratteri mobili, fu proprio la Bibbia. Inoltre, alla luce degli Internet Studies e della Digital Religion, gli studiosi sono concordi nel ritenere che la Chiesa è stata la prima istituzione religiosa ad abbracciare Internet, a creare un sito web e a dettare una politica ufficiale sull’uso del web per i membri delle sue comunità (R. Marchetti).

mark-zuckerberg-FACEBOOK

Sembra, quindi, “logico e opportuno” che Francesco abbia incontrato il fondatore del più importante social network. Grazie a Facebook il Web, oggi, non è più soltanto uno strumento per cercare e trovare notizie, ma una reale opportunità di relazione, condivisione e partecipazione. La trovata social di Mark Zuckerberg ha consentito all’umanità di diventare protagonista della Rete. Facebook, infatti, “funziona” solo a partire dalla persona; per interagire su questo social l’elemento personale è fondamentale. Prima di Facebook i social network erano strumenti per la gestione di relazioni sviluppate in un mondo virtuale in cui si viveva una “seconda vita” (vedi il defunto Second Life); con Facebook, invece, i social sono diventati strumenti attraverso i quali gli utenti rimediano e rimodellano le loro relazioni reali (Stefano Epifani).

 

papa-zuckerberg-aquila

Benedetto, allora, sia l’incontro tra Francesco e Zuckerberg; “è indubitabile che tra i due c’è la consapevolezza che questo social network ha la capacità di rendere più vicini i cosiddetti lontani”. È avvincente il regalo che Mark Zuckerberg ha donato a Papa Francesco: un modellino di aereo solare che «può permettere di superare il digital gap in un salto, portando la connessione web a popolazioni che ne hanno un gran bisogno, come strumento di sviluppo e formazione. “Tutto ciòcommenta Bruno Mastroianni docente di Media Relations alla Pontificia Università della Santa Crocerappresenta un grande tesoro, una grande promessa, che non può non interessare alla Chiesa”.

 

Alessandro Palermo (amandil5)

Advertisements

Un pensiero su “Papa Francesco e M. Zuckerberg: con FACEBOOK l’umanità è diventata protagonista della Rete.

  1. Pingback: L’intervista: come può una Diocesi rendere chiara ed efficace la sua presenza nel digitale | Elementi di "Pastorale digitale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...